venerdì 8 settembre 2017

Settembre: mese di buoni propositi e nuove cose

scarpe nuove e Vogue di settembre...what else?

Se siamo abituati a fare buoni propositi per Capodanno, la moda è abituata a farli a settembre.

Settembre è l’inizio dell’anno, per la moda così come per la scuola. Nuova stagione, nuovi propositi e nuove…novità.

Anche la televisione, dopo le millenarie repliche estive dei soliti programmi, a settembre si risveglia con un nuovo palinsesto, così anche il mondo della moda. E a darci il via sono quelle bibbie decennali chiamate Vogue.

Sull’uscita settembrina di Vogue America ci hanno fatto anche un film, must have di ogni persona fashion che si rispetti e che ogni #FashionNerd deve aver visto almeno 3 volte.
Ma bando alle Anna Wintour e Grace Coddington dei film, questo 2017 italiano, settembre è IMPORTANTISSIMO.


Sì, perché l’usicta di settembre di Vogue Italia non è una qualsiasi September Issue di Vogue Italia. È il primo numero di settembre firmato dal nuovo direttore Emanuele Farneti.

Vogue Italia, Italian Issue. Copertina di settembre a tema "Bacio", bacio etero, lesbo, gay…il bacio. Un augurio? Un auspicio? Eh, speriamo. Nuova stagione, speranze da single sempre uguali.

"Bacio" - i 3 baci di Vogue Italia

Nuova stagione, nuovo Vogue Italia che si conferma con il suo nuovo volto e il suo nuovo direttore.
Settembre è l’inizio di tutto, delle scuole, del lavoro post vacanze estive (se le si sono fatte), nuovi obiettivi e speranze che in 3 mesi potrebbero andare a farsi friggere o peggio, potrebbero slittare a “nei prossimi mesi”.

Forza e coraggio a settembre, schiena dritta e guardare avanti. Magari un’occhiatina all’oroscopo, una letta ai tarocchi come ho fatto io che non guasta mai e ti rallegra quasi sempre, prendere un’agenda e cominciare a essere organizzati.

Organizzato. Ecco il mio primo obiettivo. Sono #almost30, direi che scrivermi le cose non è solo un espediente per ricordarle in caso di incontri ravvicinati con il Pinot Grigio, ma è un modo serio di non trovarsi a fare domani quello che si deve fare oggi o, nel mio caso, passeggiare per via Torino ed essere colpiti dalla classica frase “cos’è che dovevo fare il 20?”.

Bicicletta. Oh sì, io che l’allenamento in palestra lo amo tanto quanto i bimbi amano le verdure verdi, devo mettermi d’impegno e fare l’abbonamento alle bici comunali. Non perché sia tirchio e non mi vada di prendere una bici mia, ma perché non ho proprio voglia di farmi rubare la bicicletta da un simpatico umorista in Via Dante.

Vogue Italia e i suoi allegati di settembre

Altri buoni propositi? Li devo mettere giù, e man mano spuntare. C’è l’idea di rimettermi a scrivere dopo lo sfortunato libro di 5 anni fa, pubblicato con una casa editrice che oserei additare come truffaldina. C’è l’idea di seguire una dieta e salutare questi chili in più, e anche quello di un guardaroba ad hoc, magari da sfoggiare in eventuali serate mondane o Milano Fashion Week a venire.

Tanti buoni propositi, alcuni che verranno accantonati, altri che mi faranno fare i capricci (tipo sforzarmi di non poltrire), settembre è un pre-Capodanno, senza botti ma con quelle liste che ci sforziamo di seguire, e che a settembre prossimo avranno alcune voci che sono sempre, inesorabilmente, le stesse.


💥Che inizi pure la stagione 2017-2018, sperando in bene💥

Nessun commento:

Posta un commento